Corsi MINIBASKET

Pubblicato in

Corsi dai 5 anni in su.

I corsi per bambini organizzati dalla Pallacanestro Don Bosco, per far divertire i piccoli e piccolissimi insegnando loro uno sport che li possa aiutare a crescere non solo isicamente ma anche dal punto di vista sociale. Presso il Palamacchia, tutti i bambini e le bambine di età compresa tra 5 e 11 anni potranno tuffarsi nel magico mondo del minibasket, insieme agli istruttori che organizerranno tanti giochi e partite  per scoprire tutti insieme un gioco sport capace di andare incontro al bisogno dei più piccoli di socializzazione e di sperimentazione delle proprie abilità. Un’ottima opportunità per i bambini che vogliono avvicinarsi alla pratica di questo bellissimo sport come stile di vita, occasione di crescita e di aggregazione sociale, come garanzia di benessere psico-fisico fin dai primi anni di età.

I corsi- gratuiti per due settimane- suddivisi a seconda dell’età, dai nati 2006 ai nati 2011/12.

“Ogni corso- sottolinea Davide Pantaleo, responsabile del Minibasket Don Bosco non è un mondo a sé ma il frutto di una collaborazione di squadra, programmata insieme all’intero team che compone la Pallacanestro Don Bosco. L’attività che viene svolta presso il nostro centro non è lasciata al caso o alla bontà del singolo istruttore ma segue una speciica progressione didattica. Un bambino che inizia a 5 anni l’attività di minibasket può trascorrere nel centro ben 7 anni della sua vita (fino alla prima media compresa e oltre). In questo percorso non verrà seguito dallo stesso istruttore ma da diversi istruttori che, anno dopo anno, lavoreranno su speciici obiettivi. Ciò perché per avere dei risultati, dal punto di vista motorio e tecnico, e anche sull’autostima e sulla socializzazione del bambino, è necessario eseguire un lavoro unitario, frutto di una programmazione globale. Questo nostro modo di lavorare non solo serve all’istruttore che conosce il lavoro del suo predecessore, ma serve soprattutto al bambino che potrà svolgere una attività graduale e senza interruzioni e/o ripetizioni. Il nostro primario obiettivo- conclude Pantaleo- è quello di sviluppare competenze cognitive prima che tecniche, oltre a trasmettere e riaffermare la funzione educativa, sociale, di aggregazione e crescita umana dello sport. Lo sport per noi è rispetto degli altri, siano essi compagni o avversari, arbitri, allenatori, sostenitori. Sport è amicizia, lealtà, tenacia, coraggio; sport è lotta all’imbroglio, alla violenza di ogni genere, alla corruzione alla disuguaglianza, tutti valori e insegnamenti che saranno utili in futuro per affrontare le situazione della vita, essere consapevoli di ciò che accade, e quindi più sicuri di se stessi, nel gioco come nella vita".