Accenni di Storia

Pubblicato in

                                                                         

                                                                         

La Polisportiva Don Bosco – Juvenilia nasce nel 1947 nell’oratorio dei Salesiani di Via Risorgimento per incanalare la grande tradizione ed il grande entusiasmo verso la pallacanestro dei rioni Stazione, Colline e Coteto, ben raccontata dai tanti giocatori arrivati fino alle serie nazionali di questo meraviglioso sport.

  • La Svolta

La svolta della società fa data al 1992 quando c’è l’ingresso in società della famiglia D’Alesio. Assieme al General Manager Faraoni parte e si sviluppo un progetto di crescita che vede il Don Bosco Basket partecipare, in rapida successione, prima al torneo di C1, poi a quelli di B2 e B1 per voi volare nel 1996, dopo una splendida cavalcata, in Serie A2. Dietro le quinte si sviluppa un settore giovanile tra i più apprezzati a livello nazionale. Con un impegno economico non indifferente viene inaugurata una foresteria per i ragazzi provenienti da altre città. La grande attenzione ai giovani talenti viene ripagata dalla conquista di 3 titoli nazionali nella categoria juniores. Il coach è Luca Banchi, che poi spiccherà il volo verso palcoscenici importantissimi, conquistando due titoli italiani, con Siena prima e Milano poi.

Foto Scudetto 1995.

  • Dal ’99 è Basket Livorno

Nel 1999 la società decide di cambiare nome, assumendo la denominazione Basket Livorno,  per incarnare al meglio lo stretto legame con la città. E’ un’operazione fortunata, nel 2001 arriva la tanto agognata promozione nell’olimpo del nostro basket, la Serie A1. Conquistata dopo una tiratissima serie playoff contro Reggio Emilia. La vittoria decisiva, in gara 5, arriva proprio in terra emiliana grazie ad un tiro sul fil di sirena di Ken Barlow, uno degli “strangers” più forti visti a queste latitudini.   In panchina due coach che avranno un futuro radioso:  Alessandro Finelli, il primo allenatore, ed il vice Walter De Raffaele, adesso head coach dell’Umana Venezia.  A  rendere il 2001 anno indimenticabile, anche la conquista dello scudetto nella categoria juniores e l'inaugurazione del nuovo, splendido Palasport.

Foto di squadra Pallacanestro Don Bosco nel 1998.

                              

Ken Barlow immortalato durante il tiro promozione                                      

La locandina del Tirreno, il giorno dopo.

-      Tre salvezze di fila

IL Basket Livorno non fa certo da comparsa anche nella massima serie; la panchina della prima squadra viene affidata al promettente Luca Banchi che ripaga non solo conquistando tre salvezze consecutive nella massima espressione della nostra palla a spicchi, ma lo fa valorizzando alla grande i tanti giovani usciti dalla “cantera” Don Bosco.

Foto di squadra Pallacanestro Don Bosco 2003.

-      2005, Si riparte

Nel 2005 arriva la scissione, la proprietà decide di lasciare il Basket Livorno e ripartire dalla Serie D. Come Pallacanestro Don Bosco, prendendo il nome della società satellite del Don Bosco Basket Livorno, nata nel 1996 per organizzare e gestire i ragazzi del settore giovanili ed i tanti bambini del minibasket.  A livello giovanile l’Under 18 sfiora l’ennesimo scudetto: Marco Sodini conduce i suoi ragazzi al secondo posto in Italia.

Foto squadra Under18 Pallacanestro.

-      2011, C’è la Serie B

Il 22 Aprile la Pallacanestro Don Bosco ufficializza la richiesta di partecipazione al campionato nazionale di SERIE B 2011-2011. Viene concessa una wild card che viene onorata nel modo migliore, con gli ottimi risultati tra l’altro raggiunti sempre utilizzando roster composti in gran parte dai giovani provenienti dal settore giovanile rossoblu. Il top arriva nel 2013-14, con il raggiungimento della semifinale playoff.

Foto di squadra Pallacanestro Don Bosco 2013.

#esultiamoinsieme #pallacanestrodonboscolivorno #livorno