Foresteria

Pubblicato in

 

Traguardo importante per la Pallacanestro Don Bosco; compie quindici anni la foresteria di Piazza Mazzini nella quale la società ospita alcuni giovani talenti giunti nella nostra città per sviluppare la propria attitudine alla pallacanestro, seguiti anche al di fuori del parquet. Infatti l'intento è anche quello di formare la personalità, favorendo nello stesso tempo la crescita umana e quella sportiva, con grande attenzione ai valori. Uno dei tanti sforzi che la società di Via Allende fa per mantenere il proprio vivaio al top nazionale. Tanto per capire l’importanza della foresteria, fortemente voluta anni fa dalla società rossoblu, basti pensare che da lì sono usciti talenti del calibro di Saccaggi, Renzi e Portannese. Gestire, con i costi di oggi, una foresteria è molto impegnativo ma la società continua a farlo, ritenendola parte integrante, ed importante, del nostro modo di intendere il settore giovanile. E non solo, da questa stagione è attiva anche navetta per i trasporti. Così da aiutare le famiglie dei ragazzi che giocano con noi ma provengono da fuori città, ma non da località così distanti da ospitarli in foresteria. Alcuni ragazzi si recano agli allenamenti, e tornano alle proprie abitazioni, con i nostro pulmini. In generale la nostra è un' organizzazione che ha molteplici finalità ed obiettivi, a partire dall’andamento scolastico dei ragazzi e dalla loro corretta alimentazione, anche se è ovvio che la speranza di tutti coloro che quotidianamente si impegnano in questo progetto è vedere quanto prima qualche ragazzo delle nostre giovanili diventare protagonista nella massima serie.

Questi i ragazzi ospiti in foresteria nell'anno 2016\17:

ZANINI PAOLO 2000 AREZZO

BIANCO ANDREA 2000 GENOVA

THIAM MAME 1999 SENEGAL

CALVI GIORGIO 2000 MILANO

KORSUNOV KIRILL 2000 ESTONIA

CEPARANO ALESSANDRO 2001 ALGHERO

ENSE TOMMASO 2001 GROSSETO

FRANZA RICCARDO 2001 ARCIDOSSO – GROSSETO

#esultiamoinsieme #foresteriaDonBosco #Livorno